P&G Views

ABIO COMPIE 40 ANNI
E P&G È “IN PRIMA FILA” PER FESTEGGIARLA

Posted on 17 novembre 2018

L’ASSOCIAZIONE CHE HA REGALATO MIGLIAIA DI SORRISI AI BAMBINI OSPEDALIZZATI DI TUTTA ITALIA FESTEGGIA A MILANO L’IMPORTANTE COMPLEANNO. AL SUO FIANCO ANCHE PROCTER & GAMBLE, DA 20 ANNI TRA I SUOI PRINCIPALI E STORICI SOSTENITORI

Milano, 17 novembre 2018ABIO Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, fondata per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale, spegne 40 candeline. Un compleanno speciale che festeggia sabato 17 novembre a Milano, presso Palazzo Castiglioni – Sala Orlando - in Corso Venezia 47, in compagnia di tutti coloro che hanno creduto nella sua missione, sostenendola e supportandola in questi quattro decenni di volontariato al servizio dei bambini in ospedale e delle loro famiglie.

Nata nel 1978, ABIO oggi conta 67 sedi locali e più di 100 sale gioco, ha colorato e arredato interi reparti ospedalieri e ha organizzato circa 700.000 ore di servizio e 3.000 ore di formazione annua per i suoi volontari. Quotidianamente porta5.000 volontari qualificati e preparati in oltre 200 pediatrie di tutta Italia, offrendo un valido e costante supporto ai bambini e alle loro famiglie. L’obiettivo primario di ABIO, infatti, è ridurre al minimo il potenziale rischio di trauma che ogni ricovero porta con sé, collaborando con le diverse figure presenti in ospedale per attuare, ciascuno nel proprio ruolo, una strategia di attiva promozione del benessere del bambino.

A tal fine, insieme alla Società Italiana di Pediatria, ABIO ha redatto la Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti In Ospedale alla base del Percorso di Certificazione “All’altezza dei bambini ”, collabora con le massime istituzioni centrali e locali e ha avviato partnership con alcune delle più importanti aziende italiane per lo sviluppo di progetti speciali tra i quali l’iniziativa “Dottori a colori”, legata al progetto “Dash Missione Bontà- Ospedale Amico” di P&G, o il volume “L’Isola”.

«ABIO è nata dall’intuizione che la degenza di un bambino può essere meno traumatica se ha vicino genitori, amici e volontari. Negli anni questa intuizione ha trovato i suoi fondamenti scientifici e si è dimostrato anche quanto una simile vicinanza possa essere d’aiuto per facilitare la ripresa. Per questo, il percorso ospedaliero realizzato dai volontari ABIO è oggi punto di riferimento per milioni di bambini e per le loro famiglie. Una mission che continueremo a portare avanti, orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare nei primi 40 anni e desiderosi di poter fare ancora di più con l’aiuto di quanti vorranno continuare a camminare insieme a noi nel prossimo futuro» - dichiara Eugenio Bernardi, vicepresidente della Fondazione ABIO Italia Onlus per il bambino in ospedale.

E tra le realtà che la sostengono più assiduamente e che ha giocato un ruolo decisivo nella storia della sua crescita c’è Procter & Gamble, al suo fianco da ben 20 anni. Una collaborazione nata nel 1999 con la campagna “Dash Missione Bontà - Ospedale Amico” che ha consentito di realizzare circa 30 nuove sedi ABIO, di donare 50 ludoteche, di contribuire alla formazione di 3 mila volontari e di realizzare diversi progetti speciali. Rapporto che nel tempo non si è mai interrotto e che si rinnova di anno in anno, sempre nel nome dei bambini, a testimonianza di come con l’aiuto di tutti si possano raggiungere risultati straordinari.

«Per P&G l’incontro con ABIO nella storica iniziativa Dash Missione Bontà Ospedale Amico, ha rappresentato l’inizio di una collaborazione con una realtà di straordinaria energia e affidabilità di cui abbiamo condiviso fin da primo momento la mission, riconoscendola come vicina a tutti noi dato che, ogni anno, in Italia, vengono ricoverati oltre 1 milione di bambini. È stato un incontro del destino che ancora oggi, dopo 20 anni, rinnoviamo anche attraverso il coinvolgimento dei nostri dipendenti come volontari ABIO. Siamo per questo particolarmente felici di essere qui oggi e auguriamo ad ABIO di proseguire come ha fatto nei suoi primi 40 anni» - dichiara Riccardo Calvi, responsabile comunicazione Procter & Gamble.

La festa in programma a Milano è stata un’occasione per ricordare – e raccontare – chi è ABIO e cosa ha fatto fino a oggi, con interviste ai protagonisti e con tanti amici, momenti musicali, video, risate e divertimento. Un incontro speciale dedicato alla condivisione dei prossimi obiettivi, accompagnati da Beppe Severgnini e dalla redazione di 7 Corriere della Sera. E, come in tutte le feste, il gran finale con 40 candeline sulla torta.

Per maggiori info: Fondazione ABIO: www.abio.org

Ufficio stampa:

P&G Italia - Riccardo Calvi – 06.50972831 – calvi.r@pg.com

SaFe Communications - Emanuela Capitanio - Cell.: 347.4319334 - emanuela.capitanio@safecommunications.it

SaFe Communications - Lucia Masserini - Cell.: 333.3513421 - lucia.masserini@safecommunications.it

ABIO Responsabile Area comunicazione - Maria Ciaglia – Cell.: 334.8408838 - comunicazione@abio.org