P&G Italy
Home

 

La storia di P&G Italia













2005
Gillette


È senza dubbio un anno fondamentale per la storia di P&G nel mondo e in Italia. A gennaio viene annunciata l'acquisizione di Gillette che porta nel portafoglio P&G i marchi Duracell, Braun, Venus, OralB e Gillette, e che diventa effettiva il 1° ottobre in seguito ai pareri positivi dell’antitrust europeo e della Federal Trade Commission statunitense.
Il 2005 è anche l’anno in cui P&G entra nel settore dei detersivi per lavastoviglie con un prodotto innovativo, Fairy, ed introduce il nuovo rasoio Gillette Fusion.
2003
Wella

P&G continua a crescere nel comparto bellezza, acquisendo nel marzo 2003 il pacchetto di maggioranza del gruppo Wella, che porta l’azienda nel settore professionale della cura dei capelli. Fondata in Germania nel 1880 e presente in Italia sin dal 1961.
1999
Swiffer

Alle porte del nuovo millennio, P&G immette sul mercato italiano 5 nuovi marchi: “Pringles”, “Swiffer”, “Iams”, “Bounty” e “Febreze”.
1991
Max Factor

P&G acquisisce Max Factor ed Ellen Betrix (con i marchi Hugo Boss e Laura Biagiotti). Anche questa iniziativa è molto importante, perché introduce P&G al segmento delle fragranze (oggi P&G Prestige).
1987
Missione Bontà

Lancio dell’iniziativa “Missione Bontà -­‐ Mille lire per un mattone” (primo progetto di Cause Related Market in Italia), che fa di P&G, attraverso il marchio “Dash”, la prima azienda in Italia a legare un marchio commerciale a un progetto sociale. Con gli anni "Missione Bontà" ed i consumatori italiani doneranno villaggi, scuole, strutture ospedaliere, programmi educazionali e sanitari in varie zone dell'Africa e affiancheranno molteplici associazioni onlus italiane nella realizzazione di progetti a favore dell'infanzia disagiata. Tra le collaborazioni più attive, quella con l'associazione per "Il bambino in ospedale" (ABIO) attraverso la quale negli anni sono state realizzate oltre 40 sale giochi con strutture e mobili a misura di bambino nelle pediatrie degli ospedali italiani e sono stati formati migliaia di nuovi volontari.
1985
Pantene

P&G acquisisce Richardson Vicks (proprietaria dei marchi Vicks, Pantene, Oil of Olaz, Infasil). Questa operazione è particolarmente significativa, poiché apre P&G al mondo farmaceutico e al settore bellezza.
1981
Pampers

P&G introduce in Italia il pannolino usa e getta “Pampers”, il primo prodotto della P&G Italia non dedicato alla cura dei tessuti o della casa. Oggi “Pampers”, leader di mercato in Italia e nel mondo, rappresenta il marchio più importante a livello internazionale di P&G in termini di fatturato.
1966
Dash

Fu l’anno di lancio del detersivo “Dash”, destinato a entrare nel vissuto di intere generazioni di consumatori italiani e a diventare sinonimo di bianco e pulito. Attraverso le sue campagne pubblicitarie, “Dash” ha contribuito a scrivere la storia della comunicazione testimoniando i cambiamenti della società italiana. Da sempre “Dash” è leader di mercato in Italia.
1956-1959
Via Sistina

Nel 1956 fu costituita la P&G Italia, con sede a Roma in Via Sistina. Vi operavano 5 persone, che dopo un anno di attività introdussero sul mercato nazionale i marchi “Camay” (il sapone delle dive) e “Spic & Span.
1946
Tide

Nel 1946 P&G lanciò “Tide”, il più importante dei suoi nuovi prodotti dopo “Ivory”.
Negli anni successivi al lancio di “Tide”, P&G lasciò la propria impronta in diversi nuovi settori. “Crest”, la prima pasta dentifricia al fluoruro, conquistò la leadership del mercato grazie all'endorsement della American Dental Association, un fatto senza precedenti.
1890-1945
Ivory

Nel 1890, P&G vendeva più di 30 diversi tipi di sapone, tra cui “Ivory”. Favorita da una pubblicità innovativa, che prevedeva inserzioni a colori in riviste a diffusione nazionale, la domanda di saponi P&G da parte dei consumatori andò crescendo continuamente. Per farvi fronte, la società cominciò a estendere le proprie attività fuori da Cincinnati con uno stabilimento a Kansas City (Kansas) e poi oltre i confini stessi degli Stati Uniti con un complesso di produzione nell'Ontario, in Canada. Il laboratorio di ricerca non era, tuttavia, meno attivo degli stabilimenti. Dalle sue stanze venivano continuamente lanciati nuovi rivoluzionari prodotti: “Ivory Flakes”, un sapone in fiocchi per indumenti e stoviglie; “Chipso”, il primo sapone progettato per macchine lavatrici; “Dreft”, il primo detersivo sintetico per uso domestico; “Crisco”, il primo “strutto” interamente vegetale che cambiò il modo in cui l'America cucinava. La commercializzazione degli articoli era realizzata attraverso tecniche innovative, come per esempio le "soap operas" radiofoniche, i prodotti campione e i premi promozionali. Nel 1945, P&G aveva raggiunto un valore pari a quasi 350 milioni di dollari. I suoi prodotti erano popolari in tutti gli Stati Uniti e nel Canada, ma il gruppo aveva già compiuto il primo passo verso l'espansione oltreoceano con l'acquisto dell’inglese Thomas Hedley & Co., Ltd. Dopo 108 anni di attività, P&G era in procinto di conoscere una crescita spettacolare.
1837-1890
William Procter

Procter&Gamble fu fondata nel 1837 da due intraprendenti europei emigrati negli USA: William Procter (1801-1884), un candelaio inglese, e James Gamble (1803-1891), un saponiere irlandese. Procter e Gamble attuarono con spirito pionieristico uno dei primi programmi di partecipazione ai profitti adottati nel paese e furono tra i primi industriali americani a investire in un laboratorio di ricerca e nel marketing. Nel 1890 P&G diventa società per azioni.